Esami Wing Chun Cintura Blu, Arancione, Gialla 28-04-19

Ieri pomeriggio 27-04-19 si sono svolti gli esami di Wing Chun per gli Allievi della scuola.
Complimenti per l’impegno e i risultati raggiunti alle due nuove cinture Gialle Samuele e Vincenzo e agli altri tre Allievi che hanno conseguito due cinture Blu e una cintura Arancione.
👉https://www.tregemme.it/

Tre Gemme Training

TRE GEMME TRAINING

Ci tengo a precisare che troverai questo tipo di lavoro solo nella scuola Accademia Tre Gemme e non in altre scuole.

Cos’è il Tre Gemme Training? Si fa  prima a dire cosa non è!
Non è una preparazione fisica come intendiamo comunemente noi occidentali, cioè sviluppare più fiato, forza  muscolare o più tono muscolare, per essere più forti e veloci.

Queste qualità con l’allenamento vengono incrementate, ma come effetto collaterale di tutto il lavoro, ma non è questo lo scopo dell’allenamento fisico nel Tre Gemme Training.

Il Tre Gemme Training ma anche il Nei Gong, sono metodi precisi per sviluppare  e costruire un certo tipo di corpo nelle arti marziali, con delle determinate caratteristiche.

Esempio se i muscoli delle braccia sono contratti e quindi rigidi non possiamo prendere e connettere l’energia che viene dalla terra e dalla forza di gravità.
Le braccia devono rimanere rilasciate/rilassate, mentre il tronco deve rimanere forte ma flessibile.

Con il movimento inteso in questo modo più funzionale, il braccio è solo un mezzo perché colpisce come una frusta.
Infatti non devo colpire con il braccio ma con tutto il corpo.

Tutti possono riuscire in questo tipo di lavoro, ma se non lo facciamo possiamo allenarci con impegno anche tutta la vita, ma non avremo miglioramenti sostanziali nella velocità e forza di impatto.

Il tipo di lavoro non consiste  semplicemente nel dire “Stai rilassato” o “Abbassa le spalle” perché l‘allenamento quando è giusto,  porta ad avere cambiamenti in maniera naturale e non  imposti dalla mente tramite comandi.

Caratteristica di questo modo di muovere il corpo è che con il passare del tempo,  la potenza e la velocità non diminuiscono  e cosa importante non è causa di infortuni.

L’idea comune di diventare più forti muscolarmente per difendersi meglio in un ipotetica aggressione è riduttivo se non sbagliato se il nostro allenamento fisico punta solo a questo aspetto.

Esempio:
“Una donna “media” sarà sempre fisicamente più debole  rispetto all’uomo medio, anche se questa si allenerà per diventare più forte fisicamente”

Quindi già da questa premessa è facile intuire che è limitato puntare   sull’incremento della forza muscolare, se pratichiamo un’arte marziale che punta a permettere a chiunque di avere delle possibilità di difesa, in un aggressione.

Questo non vuol dire che si deve diventare una larva per aspetto e forza, anzi vale sempre il concetto “Mens sana in corpore sano” una mente sana in un corpo sano.
Provare è il modo migliore  per capire meglio di cosa si tratta.

 

Qual’è il primo obiettivo per un artista marziale?

Il primo obiettivo che un buon artista marziale deve puntare ad ottenere è un corpo in armonia e in buona salute, forte e flessibile. Un corpo in grado di esprimere il massimo della potenza con il minimo sforzo.

L’equilibrio del corpo è fondamentale.

L’equilibrio è l’armonia del corpo nella sua integrità (corpo, mente, spirito).
Un’armonia che la pratica del Wing Chun Tre Gemme o WCTG va sempre ad allenare, a rigenerare, rafforzare e se necessario a ristabilire nel praticante.

Sai cosa sono le tensioni muscolari?

Sono le tensioni che tutti noi accumuliamo durante la normale vita quotidiana e anche durante ogni attività fisica.  Con il Tre Gemme Training e il Nei Gong scarichiamo queste tensioni, imparando a mantenere il corpo rilassato, perché dove c’è tensione c’è un blocco e un blocco porta al ristagno dell’energia e anche a problemi fisici con il passare del tempo.

La vera forza, quella ricercata dalle arti marziali interne  è espressa dal rilassamento e non dalle tensioni muscolari.

Tramite degli esercizi particolari si costruirà la catena cinetica del movimento da utilizzare nell’espressione pratica  delle tecniche del WCTG.

Un effetto Domino che nasce da terra e arriva come ultima parte alla mano, piede, gomito, ecc..  a seconda poi di quale tecnica andremo ad utilizzare.

 

 

 

 

 

Corso Wing Chun Montignoso – Massa

La palestra di arti marziali si raggiunge in 10 minuti  da Montignoso (Massa).
Il Corso di Wing Chun Kung Fu si svolge in Via Cugnia 554 Seravezza (LU) alla palestra della scuola Frasso.

Per maggiori informazioni visitare la pagina Corso Wing Chun Montignoso
corso wing chun montignoso

Wing Chun Kung Fu Montignoso

Nei Gong / Qi Gong

Il Nei Gong  lavoro interno.

wing chun nei gong
Zhang Zhuang esercizio fondamentale di Neigong per sviluppare il primo aspetto del lavoro interno, la Struttura del corpo

La pratica del Nei Gong è utilizzata dai maestri  fin dall’antichità con lo scopo di aumentare la longevità, la salute, l’abilità nelle arti marziali e stimolare lo sviluppo spirituale.

Leggi tuttoNei Gong / Qi Gong

Wing Chun Forme

Le Forme collegano il moderno praticante di Wing Chun Kung Fu con le testimonianze che vecchi maestri hanno lasciato per i loro successori.

Nelle Forme del Wing Chun ogni movimento ha un proprio “codice di traduzione“. E’ attraverso questo codice di traduzione che il maestro introdurrà l’allievo alla pratica.

Senza questa “chiave di lettura” chiunque potrebbe essere in grado di imitare in maniera grossolana il movimento ma, non comprendendolo non sarà in grado di applicarlo e capirne il significato.

Sarebbe come imitare una lingua straniera senza avere la capacità di comprendere ciò che si dice. Nel nostro corso di Wing Chun Tre Gemme i praticanti vengono istruiti alla pratica e allo studio delle forme.

L’importanza dello Studio delle Forme del Wing Chun

Il Wing Chun Kung Fu insegna forme caratterizzate da movimenti millenari, che raffigurano il messaggio degli antichi maestri.
Allo stesso tempo rappresentano un trattato di movimenti, che mettono in evidenza un insieme di posture e sequenze tecniche, in relazione ad uno o più specifiche applicazioni.

Le forme aiutano il praticante a comprendere meglio l’interazione tra mente (relazione tra pensiero, emozione reazione) e corpo (sinergia braccia, tronco, gambe).

Con questo allenamento l’allievo impara ad osservare, sentire, percepire se stesso e lo spazio circostante.

Inoltre questo studio è fondamentale per creare i giusti requisiti tecnico-pratici per la pratica a coppia.

Il praticante imparerà ad utilizzare questi movimenti per schermare e proteggere il corpo durante una fase di combattimento.

Lasciar andare i pensieri è una delle cose più importanti che si impara durante l’esecuzione delle forme; l’autodisciplina è indubbiamente la più grande sfida perché aiuta il praticante a formarsi ripetendo i movimenti continuamente in maniera autonoma.

Nel Wing Chun sono presenti 6 forme e ognuna mette a fuoco un particolare punto nell’allenamento dell’allievo.

Wing Chun Forme: La Prima Forma

Lo studio del Wing Chun Kung Fu può essere paragonato ad un viaggio.
 
Il punto di partenza di questo affascinante percorso avviene dal tempio della Siu Nim Tao (Prima Forma). Qui è dove il praticante imparerà a ricercare all’interno del suo corpo e della sua mente l’equilibrio e il mind-set che sono necessari per lo studio di questo stile.

La pratica della Siu Nim Tau rappresenta la ricerca di sé stessi e la costruzione delle tecniche base che delimitano i confini del nostro corpo. La sua pratica ed esecuzione ci fornisce una piccola idea di questo stile di Kung Fu.
 

Wing Chun Forme: La Seconda Forma

Successivamente la ricerca si proietterà oltre e si dirigerà verso la Cham Kiu (Seconda Forma). Questa è la forma che collega il praticante con un altro individuo attraverso il simbolo del ponte.

Anche questa tappa ha i suoi programmi specifici come il Chi Sau base, le 7 Accademiche e Mezzo di Chi Sau, il Nuk Sau (applicazioni e combinazioni di movimenti) ed il Lat Sau (combattimento libero).

L’obiettivo di questo livello è quello di portare il praticante, grazie anche alle Accademiche di Chi Sau, a sviluppare delle abilità in grado di eludere la  forza dell’avversario. Lo scopo è avere la possibilità di trovare una linea di attacco più vantaggiosa per colpire, per fare una leva o una proiezione.
Per poter difendere o attaccare, però, dobbiamo imparare ad ascoltare il nostro corpo e le nostre emozioni.

Il fine ultimo di questo piccolo punto di arrivo non è quello di aver imparato un numero di Accademiche di Chi Sau. Invece è la capacità di essere diventati più spontanei ed adattabili attraverso una intelligenza corporea, creata dalla comprensione della Siu Nim Tau, della Cham Kiu e dalla fusione delle 7 Accademiche e mezzo di Chi Sau.
 

Wing Chun Forme: La Terza Forma

Lo studio della Biu Jee (Terza Forma) e quindi dei suoi programmi, prevede la comprensione teorico e pratica di tutti i concetti relativi alla terza forma e alle sue 10 Accademiche di Biu ji Chi Sau.

L’obiettivo di questo livello è di ridurre nettamente le distanze di lavoro e adattare il corpo a questa nuova distanza. Il tuo corpo si adatterà attraverso tecniche di contrazione ed espansione maggiori rispetto a quelle che si sono analizzate nei livelli precedentemente studiati.

La motivazione di ciò è dovuta non soltanto al cambiamento delle distanze, ma anche alla differenza di energia impiegata ed alla capacità di percezione dei volumi del combattimento.

Tutto questo conduce il praticante ad un nuovo “stile” di Chi Sau chiamato Biu ji Chi Sau.

[optin-cat id=3150]

In questo stile, grazie anche all’unione con gli studi precedenti (prima e seconda forma), il praticante raggiungerà la capacità di ridurre ed espandere il proprio Chi Sau, passando in continuazione dalle dinamiche della Sfera relative alla prima e seconda forma a quelle dell’Ellisse relative alla terza forma e viceversa.

Di conseguenza le sue capacità motorie di adattamento saranno rivoluzionate in modo da renderle più funzionali in base alle varie dimensioni e volumi del combattimento che si troverà ad affrontare.

Nella Biu ji i movimenti  sono articolarmente più complessi. E’ quindi necessario preparare fisicamente il corpo al suo studio, con adeguati esercizi di Nei Gong mirati a sviluppare l’energia a frusta.

Wing Chun Forme: Quarta Forma Muk Yan Jong (“Uomo di Legno”).

L’obiettivo delle didattiche relative a questa forma, è fondere i principi precedentemente studiati ed analizzati nelle prime tre forme Siu Nim Tau, Cham Kiu e Biu ji, nel Chi Sau, nel Kwo Sau, nel Lat Sau e sintetizzarli in unica forma.
 
La fusione di questi concetti rappresenta l’integrazione di tutti i principi precedentemente studiati. Per questo motivo la sua esecuzione è più difficile da eseguire e da comprendere. La condensazione di tutti questi principi in un’unica forma genera la massima espressione del Wing Chun a mani nude.
 

Wing Chun Forme: Quinta e Sesta Forma e Studio delle Armi

Oltre alle 4 forme appena descritte,  nel Wing Chun è presente lo studio delle armi.
 
  • La quinta forma si chiama Luk Dim Bun Gwan e prevede l’utilizzo del Bastone lungo.
  • La sesta forma è chiamata Bart Cham Dao e prevede l’utilizzo dei Doppi coltelli a Farfalla. (chiamati Wu Dip Dou )
 
Le abilità apprese dallo studio delle armi, non si riducono solo all’utilizzo del Luk Dim Bun Gwan e dei Wu Dip Dou. Infatti il praticante esperto può utilizzare il tema di lavoro acquisito anche nel mani nude.
 
Con lo studio dei doppi coltelli a farfalla il praticante termina i programmi di apprendimento del Wing Chun Kung Fu.
 
E’ proprio da questo punto che inizia il cammino più importante: percorrere nuovamente il Wing Chun dalle sue radici, dove sarà l’esperienza acquisita e una consapevolezza maggiore a permettere al praticante un’analisi ed una sintesi maggiore dei principi Wing Chun.
 
Questa è la strada per creare nel praticante una capacità di adattamento in contesti e condizioni diverse.