Prevenire un’Aggressione!

Ciao qui Sifu Carlo,
il nuovo anno accademico 2018/2019 è alle porte, Ho DUE NOTIZIE IMPORTANTI.

La prima è che ho un bel REGALO GRATIS per voi, qualcosa di veramente importante, specialmente per le DONNE, che vi sarà molto utile, anche se non parteciperete a nessun corso di autodifesa o di  arti marziali.

Compila il modulo qui sotto, per ricevere una serie di email che vi aiuteranno con facilità a individuare i comportamenti potenzialmente aggressiviper prevenire un’Aggressione

La seconda Notizia! quest’anno accademico inizierà subito con una Importante Novità.

Come ho già comunicato a qualcuno di voi, che mi ha telefonato per sapere la data d’inizio, del consueto mini corso di autodifesa di settembre.

Vi comunico che quest’anno ho deciso che non ci sarà più il corso di autodifesa,  della durata di 4 incontri.
Ma si comincerà subito con il corso vero e proprio di
WCTG (Wing Chun Tre Gemme).

Ho preso questa decisione perché mi sono reso conto con il senno di poi, che i partecipanti al corso di  difesa personale avevano l’aspettativa sbagliata, di credere di imparare a difendersi dopo soli 4 incontri introduttivi e avevano  poca motivazione ad intraprendere un percorso marziale serio.

Perché sì! si tratta di intraprendere un percorso, 4 lezioni non sono sufficienti per imparare bene, possono solo dare una prima impressione del tipo di lavoro da fare.

Ma nella vita ma anche in qualsiasi altra cosa che comincerete a fare e l’autodifesa non fa eccezione,  le cose non vanno così, perché non si porterà mai a termine nulla nel modo previsto se non ci concediamo un po di tempo.

E non è questione di pazienza, perché essere pazienti significa saper sopportare qualcosa con calma.
Mentre concedersi il tempo necessario per raggiungere una meta significa darsi da fare senza mai arrendersi, senza stabilire la durata massima dello sforzo.

Se ci riflettete ogni traguardo che ognuno di voi  ha raggiunto nella vita, l’ha ottenuto con impegno e perseveranza nel  tempo.

Le cose facili e immediate coccolano l’ego, ma non sono di reale valore, perché non c’è nessun risultato realmente raggiunto.

A presto,

Sifu Carlo

Alcune sequenze di una lezione

Tre Gemme Training

TRE GEMME TRAINING

Ci tengo a precisare che troverai questo tipo di lavoro solo nella scuola Accademia Tre Gemme e non in altre scuole.

Cos’è il Tre Gemme Training? Si fa  prima a dire cosa non è!
Non è una preparazione fisica come intendiamo comunemente noi occidentali, cioè sviluppare più fiato, forza  muscolare o più tono muscolare, per essere più forti e veloci.

Queste qualità con l’allenamento vengono incrementate, ma come effetto collaterale di tutto il lavoro, ma non è questo lo scopo dell’allenamento fisico nel Tre Gemme Training.

Il Tre Gemme Training ma anche il Nei Gong, sono metodi precisi per sviluppare  e costruire un certo tipo di corpo nelle arti marziali, con delle determinate caratteristiche.

Esempio se i muscoli delle braccia sono contratti e quindi rigidi non possiamo prendere e connettere l’energia che viene dalla terra e dalla forza di gravità.
Le braccia devono rimanere rilasciate/rilassate, mentre il tronco deve rimanere forte ma flessibile.

Con il movimento inteso in questo modo più funzionale, il braccio è solo un mezzo perché colpisce come una frusta.
Infatti non devo colpire con il braccio ma con tutto il corpo.

Tutti possono riuscire in questo tipo di lavoro, ma se non lo facciamo possiamo allenarci con impegno anche tutta la vita, ma non avremo miglioramenti sostanziali nella velocità e forza di impatto.

Il tipo di lavoro non consiste  semplicemente nel dire “Stai rilassato” o “Abbassa le spalle” perché l‘allenamento quando è giusto,  porta ad avere cambiamenti in maniera naturale e non  imposti dalla mente tramite comandi.

Caratteristica di questo modo di muovere il corpo è che con il passare del tempo,  la potenza e la velocità non diminuiscono  e cosa importante non è causa di infortuni.

L’idea comune di diventare più forti muscolarmente per difendersi meglio in un ipotetica aggressione è riduttivo se non sbagliato se il nostro allenamento fisico punta solo a questo aspetto.

Esempio:
“Una donna “media” sarà sempre fisicamente più debole  rispetto all’uomo medio, anche se questa si allenerà per diventare più forte fisicamente”

Quindi già da questa premessa è facile intuire che è limitato puntare   sull’incremento della forza muscolare, se pratichiamo un’arte marziale che punta a permettere a chiunque di avere delle possibilità di difesa, in un aggressione.

Questo non vuol dire che si deve diventare una larva per aspetto e forza, anzi vale sempre il concetto “Mens sana in corpore sano” una mente sana in un corpo sano.
Provare è il modo migliore  per capire meglio di cosa si tratta.

 

Qual’è il primo obiettivo per un artista marziale?

Il primo obiettivo che un buon artista marziale deve puntare ad ottenere è un corpo in armonia e in buona salute, forte e flessibile. Un corpo in grado di esprimere il massimo della potenza con il minimo sforzo.

L’equilibrio del corpo è fondamentale.

L’equilibrio è l’armonia del corpo nella sua integrità (corpo, mente, spirito).
Un’armonia che la pratica del Wing Chun Tre Gemme o WCTG va sempre ad allenare, a rigenerare, rafforzare e se necessario a ristabilire nel praticante.

Sai cosa sono le tensioni muscolari?

Sono le tensioni che tutti noi accumuliamo durante la normale vita quotidiana e anche durante ogni attività fisica.  Con il Tre Gemme Training e il Nei Gong scarichiamo queste tensioni, imparando a mantenere il corpo rilassato, perché dove c’è tensione c’è un blocco e un blocco porta al ristagno dell’energia e anche a problemi fisici con il passare del tempo.

La vera forza, quella ricercata dalle arti marziali interne  è espressa dal rilassamento e non dalle tensioni muscolari.

Tramite degli esercizi particolari si costruirà la catena cinetica del movimento da utilizzare nell’espressione pratica  delle tecniche del WCTG.

Un effetto Domino che nasce da terra e arriva come ultima parte alla mano, piede, gomito, ecc..  a seconda poi di quale tecnica andremo ad utilizzare.

 

 

 

 

 

Biujee Terza Forma del Wing Chun

Biu Jee (dita che trafiggono) a volte viene anche indicato come Biu Tse , Biu Gee o anche Bil Gee .
Biu Gee è la terza e ultima forma a mano nuda del sistema Wing Chun Kung Fu ed era tradizionalmente insegnata solo a studenti vicini o fidati, infatti un motto della terza forma dice la “Biujee non lascia la scuola”.

La forma Biu Gee varierà tra i vari lignaggi, anche all’interno della linea di Ip Man, la forma è diversa tra i diversi maestri.

Biu Jee si basa sulle abilità sviluppate nelle prime due forme e aggiunge un’altro modo di gestire e generare forza.

La terza forma fa un uso particolare delle torsioni della colonna vertebrale per creare la tipica energia a frusta di chi conosce la Biujee.


Il corpo umano è molto potente quando viene mosso in questo modo e l’effetto della Biujee può essere devastante.
Con la Biujee si impara anche a  come  trasferire la forza alle estremità del corpo.

 

6 Motivi per Iniziare Arti Marziali dopo i 40 Anni

Hai mai pensato: Sono troppo vecchio per cominciare qualcosa di nuovo?
Ora che hai superato i tuoi 40 anni, potresti sentirti troppo vecchio per cominciare un’arte marziale.
arti marziali dopo i 40 anni
Ma non preoccuparti,  ti voglio ricordare che l’età è solo un numero, ma questo dipende solo da te.
Credo che una persona non sia mai troppo giovane o vecchia, per entrare nella migliore forma fisica e mentale della sua vita attraverso le arti marziali.

6 Motivi per Iniziare le Arti Marziali dopo i 40 Anni

1) Ti mantiene Giovane
L’allenamento delle arti marziali rallenta il processo di invecchiamento, perché il corpo trae benefici dall’attività fisica, ma anche dal lavoro mentale presente nell’addestramento tradizionale.

2) Ti mette alla prova
A 20 o 30 anni, probabilmente hai affrontato situazioni che ti hanno portato fuori dalla tua zona comfort.
Ma aver affrontato queste esperienze ti ha cambiato in meglio?
Forse eri troppo giovane per abbracciare certe sfide o forse era meglio evitarle?
Ma ora che sei più maturo, quale momento migliore per iniziare con le arti marziali e sfidare te stesso?
Praticare ti aiuterà a sviluppare una mentalità forte che ti consentirà di superare le avversità nella vita.

3)Ti insegna l’Autodifesa
I tuoi 40 o più anni, sono stati momenti di immensa attenzione per il tuo lavoro, ma in tutti questi anni cosa hai fatto veramente di importante per te stesso?

arti marziali dopo i 40 anni
E cosa c’è di più importante che imparare l’autodifesa?
Le arti marziali ti daranno le abilità necessarie per proteggere te stesso e i tuoi cari nel caso tu debba farlo.
Oltre a darti tranquillità,  ti insegneranno anche a mantenere la calma quando la situazione lo richiederà.

4) Ti mantiene in Salute
Se non ti sei allenato molto finora, adesso è un ottimo momento per iniziare un  allenamento di Arti Marziali e prendere a cuore la tua salute.arti marziali dopo i 40 anni
Quando invecchiamo, i cambiamenti fisiologici ci fanno iniziare a perdere muscoli e le nostre ossa si indeboliscono.
Il metabolismo rallenta e questo si traduce in un aumento di peso perché tendiamo ad immagazzinare il grasso più facilmente.

Sei Preoccupato? Beh, non devi esserlo.
Perché l’allenamento delle arti marziali ti consente di ottenere benefici per la salute come il miglioramento della forma fisica: più forza, velocità, equilibrio, perdita di peso, maggiore mobilità articolare e flessibilità

5) Ti aiuta a vivere più a lungo
Allenare le arti marziali ti aiuta anche a prolungare la durata della tua vita.
arti marziali dopo i 40 anni
Le arti marziali specialmente quelle cinesi come il Wing Chun Tre Gemme e il Taijiquan stile Chen, hanno all’interno del proprio programma didattico esercizi di  Nei Gong, che migliorano le proprie abilità fisiche/mentali, la salute e il benessere.
Un’unione perfetta tra Corpo, Mente e Spirito, appunto Le Tre Gemme.

6) Allarga la Tua Cerchia Sociale
Le arti marziali sono un ottimo luogo per socializzare e creare nuove amicizie, perché sono un ambiente sano e senza invidie.
Nelle arti marziali, non c’è mai un momento di noia a causa delle molte cose da imparare e da allenare.

Credo che tu abbia quello che serve per diventare un combattente in tutti gli aspetti della vita.
Quindi non lasciare che la tua età ti impedisca di evolvere nella Versione Migliore di Te Stesso.

arti marziali dopo i 40 anni

Guarda le Videotestimonianze degli Allievi

Ricorda una cosa importante,  non tutte le arti marziali sono uguali, ci sono molte differenze e non tutte sono adatte per la tua età.

L’Accademia Tre Gemme propone corsi di:

Wing Chun Tre GemmeTaijiquan stile Chen
arti marziali dopo i 40 anniScopri nel dettaglio i BENEFICI
arti marziali dopo i 40 anniScopri nel dettaglio i BENEFICI

 

 

 

 

 

Tai Chi Chuan e Wing Chun Similitudini

Pratico due stili  il Wing Chun e il Tai Chi stile Chen (Taijiquan) qualcuno a volte mi domanda, ma come fai a praticare due stili diversi?

tai chi e wing chun similitudini

La domanda è lecita! chi pratica e non si pone mai domande o è all’inizio della pratica e quindi non ha ancora gli strumenti o l’esperienza per farsi un’idea propria di cosa sta facendo o è  solo un imitatore a vita di tecniche del proprio maestro.

Perché un’arte marziale essendo arte è un espressione del proprio essere, quindi due individui diversi esprimeranno in maniera diversa  la stessa arte marziale.

Però ritornando alla  domanda di inizio articolo, “Come fai a praticare due stili diversi?

Rispondo  in questo modo, è possibile fare tutto l’importante secondo me è mantenere una coerenza nella pratica, altrimenti si rischia di fare confusione con degli approcci completamente diversi che non hanno niente in comune e se il maestro che intraprende una determinata via di pratica è confuso, gli allievi lo saranno ancora di più, cosa voglio dire?

Quando decidiamo di praticare due arti marziali, bisogna capire da quale approccio culturale e sociale  provengono.

Il Wing Chun e il Tai Chi sono entrambi di origine cinese e quindi provengono dallo stesso ceppo culturale derivano tutti e due dalla filosofia Taoista.
tai chi e wing chun similitudini

Sono anche  due tipi di arti marziali che sono stati usate per l’autodifesa, lo sviluppo spirituale e fisico.

tai chi e wing chun similitudiniSe analizziamo le  due arti marziali  hanno diverse caratteristiche comuni:

  1. Hanno esercizi di sensibilità Tui Shou  per il Tai Chi e Chi Sao per il Wing Chun
  2. Entrambi sono interessati a interrompere l’equilibrio dell’avversario attaccando il suo centro di gravità.
  3. Entrambi sono appresi a tappe, passando da modelli di movimento predeterminati e cooperativi all’inizio, fino ad esercizi liberi nelle fasi più avanzate.
  4. Entrambi le discipline enfatizzano l’uso della sensibilità per “ascoltare” i movimenti del compagno di allenamento per prevederne i movimenti e applicare una tecnica sempre diversa in base alle sensazioni che ricevo dal compagno/avversario.
  5. Entrambi utilizzano una forza frustata e rilasciata priva di tensioni muscolari e mentali.
  6. L’uso della forza bruta è considerato un errore, perché comporta rigidità, in entrambi gli stili si cerca di evitare le rigidità muscolari.

Questi metodi di allenamento sono abbastanza simili sotto molti aspetti, ed è possibile praticarli insieme senza particolari difficoltà.

Ma cosa succede quando faccio un mix di concetti tra due discipline che provengono da approcci culturali completamente diversi?

A parere mio confusione, esempio non posso mescolare concetti e movimenti del Tai Chi (origine cinese) con altre discipline/filosofie che non hanno niente in comune, perché si sono sviluppate in un altro contesto geografico e socio-culturale.

Poi è possibile fare tutto,  ma meglio cambiare nome della nuova disciplina,  chiamandola in modo diverso, per una questione di correttezza verso gli allievi che pensano di praticare una cosa e invece fanno altro, ma soprattutto per una questione di  coerenza verso se stessi.

Le arti marziali cinesi sono così belle e interessanti senza bisogno di integrare elementi estranei esterni, anzi è nostro dovere preservarne i principi.